CHI L’HA DETTO CHE LA DESTRA E’ RAZZISTA?

Conoscete l’avvocatessa inglese Sayeeda Warsi? Forse no. Non solo è Ministro, non solo è una donna ma è anche musulmana. Ebbene sì, questa trentanovenne “principessa del foro” inglese e baronessa, è stata appena nominata Ministro senza portafoglio dal neo “Prime Minister” David Cameron del Partito Conservatore, gli storici “Tories” britannici che come tutti sappiamo costituiscono il partito di riferimento del centrodestra inglese di cui adesso la Warsi è anche il nuovo leader, subentrata proprio al posto di Cameron. Chissà come mai, nel Regno Unito la destra non viene associata subito alle parole “razzismo” e “mafia”, da tempo scrivo che esiste una destra diversa, legalitaria, che ha determinate posizioni forti sui temi dell’immigrazione e della religione, certo, questo è innegabile ma come dimostra la nomina di Sayeeda Warsi, “essere conservatori” non significa “voler andare contro la legge”, significa essere comunque aperti a riconoscere l’eccellenza, la capacità, la professionalità, a prescindere dalla cultura e dalla razza delle persone a cui queste peculiarità appartengono. Il Partito Conservatore inglese avrebbe molto da insegnare al suo alter-ego italiano (almeno sulla carta) il “mitico” PDL, a partire innanzitutto dall’età del leader: 43 anni David Cameron, il più giovane Capo del Governo in Europa, contro il nostro Silvio Berlusconi, 73 anni, il più vecchio Capo del Governo in Europa. Una politica diversa quindi è ampiamente possibile e forse abbiamo perso anche questa strana “prassi politica” che porta un Premier a doversi dimettere da segretario del proprio partito nel momento in cui viene eletto, per governare meglio e fare in modo che il partito possa funzionare in maniera più elastica. Oggi abbiamo il già citato Berlusconi che è sia leader del suo partito (o popolo) che Presidente del Consiglio ma in passato non è stato sempre così, Prodi, ad esempio, quando fu eletto Premier nel 2006, lasciò il testimone del PD a Walter Veltroni (Prodi era il leader dell’Ulivo poi confluito nel PD in itinere). Sono cose normali in una democrazia normale ma pensate se tutto questo fosse accaduto nel centrodestra italiano, proviamo anche solo per un’istante ad immaginarlo: una donna musulmana viene nominata Ministro in un governo di centrodestra e inoltre diventa leader del PDL! E’ chiaro che per noi è fantapolitica allo stato puro! Immaginate le facce di Bossi e di Calderoli se si ritrovassero, di punto in bianco, alleati di un partito con una donna musulmana, figlia di immigrati pakistani, come “chairman”, magari mentre propongono in Parlamento una legge che divide le classi dei bambini italiani da quelle dei bambini extracomunitari nelle scuole. Un po’ improbabile.

CHI L’HA DETTO CHE LA DESTRA E’ RAZZISTA?ultima modifica: 2010-05-15T15:55:00+02:00da revpoet
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in politica e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento