FOIBA FOBIA

Mercoledì 10 Febbraio scorso c’è stata la commemorazione in tutta Italia della tragedia delle Foibe. Effettivamente però, in molti luoghi questa data è stata dimenticata, tant’è che i maggiori quotidiani nazionali (Il Corriere della Sera e la Repubblica) non presentavano nemmeno una pagina in ricordo del tragico evento. E’ vero, pochi conoscono la storia delle Foibe, di quello che hanno rappresentato, ma non è un buon motivo per offuscare o peggio nascondere la memoria. Forse si dovrebbe cominciare a parlare di più delle Foibe nelle scuole e in televisione in modo tale che al 27 gennaio si possa affiancare anche il 10 febbraio. Non sono i numeri a determinare quanto è stata amara una tragedia, i morti causati dal nazismo e dal fascismo hanno ben altri numeri, questo è certo, ma le atrocità compiute dai partigiani e dai nazionalisti della ex-Jugoslavia capeggiati da Tito nei territori confinanti con la Slovenia sono state altrettanto terribili. Non ci sono stragi di serie A e stragi di serie B e i ragazzi di estrema destra si sono battuti e si stanno battendo affinchè non si dimentichi tutto (ovviamente con le dovute strumentalizzazioni politiche). Le uccisioni perpetrate ai danni dei fascisti, presi e gettati in enormi cavità carsiche non sono poi così inferiori alle camere a gas, come modalità di esecuzione. Nessuno vuole sminuire il valore della Resistenza e dei Partigiani ma nessuno può dimenticare gli errori che anche questi hanno commesso.

FOIBA FOBIAultima modifica: 2010-02-12T17:58:59+01:00da revpoet
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in opinioni e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a FOIBA FOBIA

Lascia un commento